Category Archives: Marketing

Social commerce e Fashion: il caso CREAttiva

Oggi voglio parlare di social commerce e uscire un po’ dalle righe ed unire le mie due passioni: il mondo del gioiello e il marketing. Nella vita di ogni giorno infatti faccio proprio questo, mi occupo di marketing nel settore del gioiello e credo possa essere interessante affrontare il settore anche da questo punto di vista per capire un po’ come funziona questo mondo nel “backstage”.

Tutti oggi parlano di e-commerce. In un momento in cui le reti di vendita tradizionali appaiono fortemente in crisi questo sembra infatti uno dei pochi canali di vendita in grado di poter tenere mercato. Noi parleremo di un’evoluzione della vendita on line, ovvero del social commerce.

In realtà non credo che l’e-commerce da solo ci possa “salvare” ma penso che, soprattutto nel fashion e nel lusso, ciò che conti veramente sia un cambio di registro e di linguaggio: utilizzare codici nuovi per parlare ad un consumatore che è cambiato e che vive l’acquisto non come un mero scambio di denaro-merce, bensì come una vera e propria esperienza.

Per fortuna molte realtà se ne stanno accorgendo e stanno portando una boccata di aria fresca in un mercato che molti – a mio giudizio erroneamente – giudicano morto. Per me non è così e oggi vi parlo proprio di un caso che lo dimostra: basta un po’ di creatività e di iniziativa per riaprire i giochi.

L’e-commerce non è nato oggi (il social commerce però sì!), da un decennio ci stiamo approcciando all’acquisto on-line, certo ciascuno con i propri tempi – a volte generazionali – e con i propri metodi, tanto nell’epoca dei cosiddetti “nativi digitali” oggi sta emergendo un nuovo modo di proporre un prodotto sul mercato, presentarlo e venderlo. Un esempio? Appunto il social-commerce. Ma cos’è?

Social commerce

Il social commerce un particolare modo di fare e-commerce che basa la sua stessa essenza nella condivisione tipica del social network. Il principio del social commerce è semplice e si fonda sostanzialmente sul passa parola: se un mio amico prova un prodotto e l’ha ritenuto valido quasi sicuramente lo dirà agli altri, a tutti, scrivendolo sulla sua bacheca Facebook, condividendo le immagini su Pinterest o twittando la sua recensione del prodotto in 140 caratteri e.. ecco fatto! Decine, se non centinaia, di altre persone che lo conosco e si fidano della sua opinione vedranno queste sue attività, curioseranno e scopriranno il brand di cui ha parlato. Il word of mouth è così partito, generato dalla fiamma di una condivisione, il contenuto è pronto a diventare virale e il brand sta vivendo grazie al suo cliente. Questo in sintesi è il social commerce.

Nell’era del 2.0 ci spogliamo della veste del semplice consumatore e diventiamo prosumer, ovvero consumatori e produttori al tempo stesso di valore aggiunto. Postiamo le nostre foto, condividiamo le nostre idee, ci lamentiamo scrivendo le nostre perplessità e apprezziamo un prodotto manifestando il nostro entusiasmo. Il social network ci consentono di farlo in ogni attimo della nostra vita, in ogni luogo e senza filtri se non quello del buon senso e della netiquette.

Ma questo non è tutto. I social s’incontrano infatti con le piattaforme più tecniche dell’ecommerce e trasformano i social network stessi in un sistema integrato di comunicazione e vendita. Esistono molti strumenti per fare social commerce, ad esempio all’interno di Facebook possiamo integrare Blomming ed Etsy.

Una via molto semplice per fare social-commerce è sicuramente è quella di pubblicare immagini sulla bacheca della propria pagina Facebook e di aprire un filo diretto mediante e-mail e messaggistica interna del social utilizzato con i propri clienti o prospect.

E’ stata proprio questa l’idea di Imma, la mente e le mani creative di CREAttiva, il brand di bijoux che nasce e vive su Facebook su una Fanpage con quasi 19.000 fan.

La fanpage Facebook di CREAttiva www.facebook.com/immacreattiva

“Il mio progetto creativo nasce lo scorso anno, quando ero alla ricerca dell’ennesimo lavoro, non capendo che di lì a poco ne avrei creato uno tutto mio”mi racconta Imma. “Ho sempre amato gli accessori e la moda, in particolare i bracciali, ed in quel periodo avendo molto più tempo libero ho iniziato a realizzarli per me. Per guadagnare qualcosa avevo iniziato a vendere parte del mio guardaroba, proprio come la protagonista di I Love Shopping. Spinta dalla mia passione per la fotografia ho iniziato a fotografare gli accessori che realizzavo, ho pensato ad un marchio che li rappresentasse, e incoraggiata dal successo che riscontravano tra le mie amiche più modaiole ho deciso di provare a venderli in rete.”

Questa esperienza di social commerce ha tutte le caratteristiche di una vera e propria start-up: una passione che si trasforma in una professione.

CREAttiva produce soprattutto bracciali in edizione limitata, creati in modo totalmente artigianale, uno per uno. Perché bracciali? Perché è questo l’accessorio che Imma preferisce definendosi una fan del fenomeno #armswag, ovvero l’indosso di tanti bracciali sullo stesso braccio.

Nel suo processo creativo dice di farsi ispirare da qualsiasi cosa: “Mi faccio catturare da un colore, da un abito, da una sensazione da tutto ciò che mi piace. Divoro riviste di moda ogni giorno, cerco di individuare le tendenze, raccolgo i pezzi per poi realizzare qualcosa che incontri dapprima il mio gusto e poi quello degli altri. Sono i bracciali i pezzi che preferisco, io ne indosso sempre tantissimi, amo le braccia impreziosite, ne porto almeno 4/5 tutti assieme” (…come la capisco, adoro farlo anche io!).

 

Condivisione, partecipazione delle clienti e low price fanno di CREAttiva un progetto di successo

CREAttiva propone bijoux a prezzi contenuti e può far questo grazie ad una filiera distributiva corta, anzi, cortissima che va direttamente dal produttore al cliente finale,basandosi su un sistema di vendita con un costo di investimento pubblicitario molto basso se non per il costo umano legato al tempo e alla capacità. La gestione di una pagina Facebook infatti non è una cosa da poco se gestita nel giusto modo. Necessita di tempo ed attenzione perché bisogna dare risposte puntuali ed in real time, a qualsiasi ora ai propri fan-clienti, bisogna raccontarsi ed interagire con loro, conversare e non semplicemente parlar di sè come nei, costosissimi e tradizionali, mezzi di comunicazione one-to-many.  L’unico investimento sui social network è quindi un investimento umano, dobbiamo capire se abbiamo l’attitudine a conversare, a scrivere e a parlare con testi ed immagini. E Imma questa capacità ce l’ha.

L’integrazione dei canali ha poi portato Imma a creare un blog che viene ospitato sul suo sito web che è l’indispensabile punto di arrivo per ogni attività che utilizza i social network: la sola Facebook fanpage non basta. Mai.

 

Il caso CREAttiva Sito e blog vanno ad integrare la comunicazione che parte su Facebook

Forse anche tu hai un’idea nel cassetto, un progetto, una passione che si può trasformare in un business. Forse anche tu lavori nel settore del fashion, del gioiello e del lusso e ti stai chiedendo come fare e se si può fare.

La risposta è si. Funziona perchè è cambiato il nostro modo di interagire e di acquistare. Siamo consumatori più esigenti alla ricerca di un ottimo rapporto qualità prezzo, di un impeccabile servizio e di un mondo in cui dientificarsi sentendosi parte di una community che parla.

Se sei curioso, se ti è piaciuto il post, se ti rivedi in questo tipo di approccio all’acquisto sulle piattaforme social commerce lascia il tuo commento qui sotto… ti aspetto!

E.Z

3 Comments

Filed under Brand, Marketing